Nell'aprile 2020, il governatore Northam ha firmato la legge sulla protezione della salute riproduttiva (RHPA), una legge che torna indietro alcune restrizioni imposte ai fornitori di aborto nel Commonwealth della Virginia quasi un decennio fa. Il passaggio dell'RHPA alla Virginia House e al Senato e sulla scrivania del governatore c'è una vittoria che afferma i diritti delle persone incinte in Virginia di prendere decisioni sul proprio corpo senza che lo stato si frapponga tra loro e gli operatori sanitari. Noi di FCHC siamo orgogliosi di aver preso parte al processo per sottolineare l'importanza dell'RHPA per i legislatori e gli elettori della Virginia.

Il 1 ° luglio, quando l'RHPA entrerà in vigore, vedremo l'allentamento delle restrizioni e l'opportunità di espandere l'accesso alle cure per l'aborto in tutto lo stato. Ecco cosa siamo in attesa di FCHC:

 

  • Avremo l'opportunità di dare priorità a più tempo e risorse per la cura del paziente.  Negli ultimi anni, abbiamo dovuto superare alcuni cerchi imposti dal corpo legislativo dello stato a causa di requisiti specifici che sono stati aggiunti nel 2011. L'RHPA allenta queste restrizioni, il che significa che abbiamo più opportunità di fornire ai nostri pazienti la cura e l'attenzione che meritano.

 

  • Stiamo tornando al modo in cui abbiamo accolto i pazienti per la cura dell'aborto anni: in una visita. FCHC è al servizio dei pazienti nella Virginia del Nord dal 2002 e siamo stati in grado di farlo in modo sicuro e responsabile in una sola visita. A partire dal 1 luglio i pazienti non saranno più soggetti a un periodo di attesa di 24 ore tra le visite al nostro Centro. Ciò avvantaggia i nostri pazienti risparmiando tempo e risorse. Significa non dover più togliere una giornata di lavoro in più. O per trovare il trasporto al nostro centro per un giorno in più. O per garantire la custodia dei bambini per quel giorno in più. Questo aiuta a rendere le cure per l'aborto più accessibili a coloro che lo scelgono.

 

  • Gli ultrasuoni sono sempre stati una parte della cura del paziente, ma ora può essere una decisione presa esclusivamente tra paziente e fornitore. La decisione di ciò che è meglio per il paziente non sarà più incaricata dallo Stato; invece, comporterà una conversazione tra i pazienti e il loro medico e consentirà situazioni caso per caso. Supportiamo i nostri pazienti con maggiore controllo e consenso riguardo ai loro corpi.

 

  • Stiamo lavorando per ridurre al minimo la quantità di tempo che i pazienti devono trascorrere nella nostra struttura.  Con maggiori opportunità di completare le pratiche burocratiche di assunzione e fare scelte informate sulla loro cura per l'aborto online, i pazienti possono programmare i loro appuntamenti e prepararsi durante le ore libere a casa piuttosto che dover attendere l'elaborazione mentre aspettano nella nostra hall. Soprattutto durante questo periodo di COVID, stiamo cercando di rendere l'esperienza del paziente il più sana, sicura e rilassata possibile mentre seguiamo le nostre linee guida di distanziamento fisico nella nostra struttura.

 

In qualità di struttura di assistenza indipendente, abbiamo lavorato con tutto il nostro personale per determinare il modo migliore per servire i nostri pazienti con possibilità che si apriranno a noi. Stiamo determinando come questo possa espandere le nostre opportunità di pianificazione e possibilità di consulenza remota! Ci assicureremo di tenerti aggiornato man mano che introdurremo e implementeremo queste modifiche per offrire le migliori opportunità possibili ai nostri pazienti.

Siamo entusiasti di questi cambiamenti e speriamo che lo sia anche tu!